Home

Uno sguardo di genere per costruire un futuro sostenibile

Il Laboratorio sostiene l’Obiettivo 5 dell’agenda 2030 dell’ONU: parità di genere

undefined


Laboratorio Obiettivo 5 è un gruppo aperto a tutte le soggettività, che promuove la parità di genere e la giustizia socio-ambientale come condizioni imprescindibili per uno sviluppo realmente sostenibile.

QUESTA SETTIMANA NEL SITO

13 AGOSTO 2021

Siamo ad aggiornarvi sulla raccolta fondi per il viaggio aereo di una famiglia afghana rifugiata in Grecia, conclusa la settimana scorsa. La rubrica Cura ci è sembrata la sede più naturale per raccontare quanto è accaduto dal momento in cui Stefania Neglia ha mandato a Laboratorio Obiettivo 5 la sua richiesta di aiuto. Qui oggi potete leggere il resoconto dei passi che insieme a lei e a voi abbiamo compiuto in questo breve periodo: un esempio di cura, appunto, che ha viaggiato tra Italia, Afghanistan, Grecia e Germania, e che siamo certe possa essere replicato in futuro con gli stessi esiti positivi.   

Ci pare significativo farlo proprio oggi, nella giornata in cui Gino Strada se n’è andato. Lui che della “cura” ha fatto il centro e il fine della sua vita di uomo e di medico, nel modo più coraggioso e vero. Lui che l’Afghanistan lo aveva nel cuore e che nel suo ultimo articolo su La Stampa lo ha descritto con drammatica chiarezza.

In primo piano ancora per un po’: 7 maggio 2021
Laboratorio Obiettivo 5 segue i lavori dell’undicesima edizione del Caregiver Day 2021 – Giornate dedicate al familiare che si prende cura di una persona cara.
Gli eventi – in modalità webinar tutti i venerdì di maggio 2021 – sono realizzati dalla cooperativa sociale Anziani e non solo e sono sostenuti dall’Unione dei Comuni delle Terre d’Argine, patrocinati dalla Regione Emilia Romagna, da CARER APS – Associazione dei Caregiver Familiari dell’Emilia Romagna e dall’AUSL di Modena.
Le riflessioni sui temi trattati sono frutto di un metodo che “impasta” i contenuti proposti dalle relatrici e dai relatori degli incontri con le considerazioni e le esperienze di chi scrive.
Il primo intervento elabora la lectio magistralis di Luigina Mortari: “La strada del cambiamento e della ricostruzione passa per la cura” . Il secondo rilegge la relazione di Francesca Corradini e Maria Luisa Raineri su: “L’impatto sociale del Covid 19 sulle strutture protette”. Il terzo si concentra su “Gli impatti della cura sulla salute emotiva e fisica del caregiver”. L’ultimo appuntamento mette a fuoco le figure dei/delle giovani caregiver, indagando i “Rapporti intergenerazionali nella cura”.





IN EVIDENZA, TRA RACCONTI, TESTIMONIANZE E SPUNTI PER RIFLETTERE

VocabolAria

VocabolAria, una sorta di scrigno di parole da custodire, nasce da un evento che il laboratorio ha organizzato, in piena campagna elettorale, il 2 settembre 2020. Ci interessava confrontarci con alcune candidate non tanto per fare propaganda, quanto per provocare e provocarci sull’importanza del linguaggio e dell’attenzione ad esso.  È stato un momento importante eContinua a leggere “VocabolAria”

Zoom boom…

Zoom boom: faccia viso volto. Sono arrivata agli anta senza dovermi troppo occupare del mio aspetto. Scansando abbastanza placidamente e nell’ordine: i richiami di mia madre, i consigli delle amiche, le occhiate scettiche dei colleghi. E poi arriva il covid con le riunioni a distanza. Adesso? Ero quasi alla pace dei sensi. C’ero ormai, eroContinua a leggere “Zoom boom…”

LINGUAGGIO GIURIDICO, LINGUAGGIO DI GENERE

Contributo di Anna Taras Riportiamo un estratto dalla formazione tenutasi per Laboratorio Obiettivo 5 sul tema “Linguaggio giuridico, linguaggio di genere”, durante la quale abbiamo cercato di comprendere quanto e se il linguaggio di genere appartenga a quello giuridico. A partire dalla seconda metà del XIX secolo, l’affermarsi della donna nel mondo produttivo-lavorativo, ricoprendo ruoliContinua a leggere “LINGUAGGIO GIURIDICO, LINGUAGGIO DI GENERE”

Privacy e Cookies